giovedì 1 giugno 2017

[Recensione] Un grafico combina guai di Antonietta Maria Tortorici

Un grafico combina guai

Autore: Antonietta Maria Tortorici 
Titolo: Un grafico combina guai
Data di uscita: 28 febbraio 2017
E-book: € 0.99
Cartaceo: € 5,98
Pagine: 124
Editore: Self - Publishing
Genere: Contemporary/ Erotic Romance

Marta è una giovane scrittrice emergente. Dopo tanto impegno, finalmente, viene contattata da una casa editrice che intende pubblicare il suo primo romanzo. Il suo sogno sembra realizzarsi e tutto procede secondo i piani, fino a quando non si imbatte nel grafico che deve realizzare la sua cover. Quest'ultimo non è un ragazzo alla mano e Marta è convinta che voglia danneggiarla. Lo scontro fra i due è inevitabile. Giorgio, questo è il suo nome, è un ragazzo particolare, un po' hipster, è un po' nerd. Tra litigi, incomprensioni e baci rubato, nascerà qualcosa che andrà qualcosa che andrà oltre la loro immaginazione. Riusciranno ad andare d'accordo, o tra loro sarà sempre guerra? 

RECENSIONE
L'idea alla base di questo romanzo è senza alcun dubbio carina e molto divertente. Marta è una scrittrice emergente in cui facilmente ci si può immedesimare: è allo stesso tempo sicura di sé e insicura, è consapevole della fortuna che ha avuto nel trovare la casa editrice ma ha paura di quello che verrà fuori dalla sua avventura letteraria. Lei oltretutto non ha un carattere facile, dalle mie parti si dice fumina, si innervosisce e inveisce contro il mal capitato grafico a cui è stata affidata la realizzazione della sua copertina.
Giorgio è il capo grafico della casa editrice che ha fra le sue fila Marta, le sue creazioni non hanno mai deluso nessuno, ma non ha ancora fatto i conti con la neo-autrice. Lui è perspicace, divertente e, cosa più importante, non si fa mettere i piedi intesta né si fa spaventare dai modi di Marta.
Come dicevo all'inizio l'idea della rivalità sul campo che si trasforma in amore è divertente, ma finito il romanzo mi sono ritrovata a farmi due conti. Nel corso delle poche pagine succedono così tanti avvenimenti che è quasi complicato seguirli tutti. I capitoli si susseguono velocemente, forse troppo. In un romanzo breve (o novella lunga) gli avvenimenti devono avere un senso logico preciso, per non creare confusione nel lettore. La storia d'amore inizia nel migliore dei modi, ma poi succede qualcosa che la ferma, che la interrompe ma il tutto accade qualche pagina dopo la rivelazione dei sentimenti che provano l'una per l'altro.
Se mi scosto però dalla velocità con la quale avvengono i fatti, mi ritrovo una trama piacevole, divertente che mostra come due nemici possono diventare più che amici.
In sintesi, Antonietta Maria Tortorici crea con uno stile diretto, esplicito e molto spiritoso una novella carina che, secondo me, se rifinita e approfondita potrebbe diventare un signor romanzo.
Consiglio all'autrice di pensarci, perché la storia di Giorgio e Marta ha molto potenziale e merita davvero una seconda possibilità.



Posta un commento