Top Social

[Recensione] Tutto l'infinito del cielo di Angela Contini

giovedì 12 aprile 2018
Buongiorno a tutti carissimi lettori,
oggi sul blog vi parlo di Tutto l'infinito del cielo il contemporary romance di Angela Contini uscito il 22 Febbraio grazie alla Newton Compton.

Tutto l'infinito del cielo
di Angela Contini

Uscita: 22/02/2018
E-book: € 1,99
Cartaceo: € 5,02
Pagine: 256
Casa editrice: Newton Compton
Genere: Contemporary Romance
Jordan Peterson è un ricco rampollo che gestisce l’azienda di famiglia, cercando di salvarla dal fallimento a seguito della crisi. Tra gli investimenti in cui Jordan si lancia, c’è un beauty center che vorrebbe aprire al posto della pasticceria della bella e ribelle Mackenzie Morgan, chioma rosso fuoco e cuore irlandese. La ragazza non ha alcuna intenzione di perdere il lavoro per un capriccio di Jordan, così si fa incatenare alla porta della pasticceria per impedirne la chiusura. Quando Jordan arriva sul luogo della protesta, litiga subito con Mackenzie. I due, infatti, sembrano proprio non riuscire ad andare d’accordo, ma dovranno mettere da parte la reciproca antipatia per trovare una soluzione. E il modo migliore per affrontare i loro problemi potrebbe essere proprio la dolcezza…

Recensione

Tutta la sublimità del cioccolato.
Lui, freddo, cinico, con una vita prestabilita, cui tutto ciò che è diverso dal normale lo turba, preoccupato delle apparenze, che fa davvero difficoltà a vivere.
Lei che vive nel vero senso della parola. Un uragano rosso, un turbine di emozioni che porta e trasporta, ma soprattutto travolge, libera, imprevedibile, incondizionata ma soprattutto un’artista, un’artista del cioccolato.
Il loro incontro, scontro è subito fuoco, così diversi eppure, eppure…

Questa giornata è stata produttiva, devo ammetterlo. Ho trovato l’ispirazione. Il cielo mi ha suggerito l’idea. O meglio, tutto l’infinito del cielo

Un’azienda da salvare e “una mano di Mida” che potrebbe salvare Jordan e suo cugino, se solo, si volesse provare una collaborazione. Una collaborazione difficile, che farà scoprire a Jordan chi è veramente, gli farà scoprire tutte le sfumature del cioccolato, per davvero e a Mackanzie, forse potrebbe far scoprire l’amore, forse.
Tutta la sublimità del cioccolato.
Questa è la frase che mi viene in mente dopo aver chiuso questo romance, a tratti delicato e a tratti esplosivo.
La protagonista femminile ti travolge e accompagna in questa scoperta di gusto ed emozione, e con la sua dote di cioccolataia riesce a trascinare tutti, anche il più scettico degli esseri umani. E’ davvero una ventata di libertà, Mackanzie, con questo suo spirito indomito, combattivo, una gran donna, che non ha paura di vivere, al contrario del contenutissimo Jordan, che resiste, costringe la sua sua vita in una scatola, autoconvincendosi che sia la cosa giusta, che sia quello che tutti vogliono. E’ un cammino questo romanzo, in cui i protagonisti crescono, si sviluppano insieme ed insieme scoprono loro stessi.

Un bacio, solo un bacio. Un bacio che si infila nella pelle, tra i capelli, nell’anima. Un bacio di quelli che ti fanno ricordare la prima volta che ne hai dato uno, lo stupore genuino che hai provato, l’arrampicata delle emozioni dallo stomaco al cuore, la meraviglia delle sensazioni simili a quelle provate su un’altalena. Su e giù, su e giù. Un bacio che non assomiglia a nessun altro, perché tutti gli altri li hai già visti, vissuti, sentiti, ma questo… questo no, questo è diverso, nuovo, autentico.


E che dire dei personaggi secondari? Helena, dolce e disinibita e Mark, cugino di Jordan, che avrei voluto baciare, strozzare e abbracciare, tutto insieme per la sfacciataggine dimostrata in alcune occasioni, ma soprattutto che mi ha fatto ridere, poiché quando avrei voluto rimbeccare Jordan, l’ha fatto lui per me.

È sempre così. Mi fa sentire piccolo e grande allo stesso tempo, come nessuno mi ha mai fatto sentire prima d’ora.

La scrittrice è brava, in alcuni punti del libro raggiunge davvero il sublime e ti porta a spalancare la bocca; è riuscita a emozionare con questi tipi umani decisamente in contrasto ma altrettanto unici, con questo viaggio di gola letteralmente, poiché in alcune pagine, mi ci volevo tuffare per assaggiare le creazioni di Mackanzie.
Contrasti, differenze, divisioni, che con la scioglievolezza dell’ingrediente giusto si uniscono, poiché come dice Mackenzie «Essere diversi significa essere complementari».
Questo è il terzo romanzo di una serie, Serie del Vermont, e la consiglio, davvero la consiglio tutta, per la bravura dell’autrice e per l’originalità delle storie, ma soprattutto consiglio quest’ultimo.
Fatevi trasportare anche voi dal senso più squisito, verso questa meravigliosa storia d’amore.


VALUTAZIONE:




Posta un commento