sabato 20 maggio 2017

[Intervista] Samanta Lombardi e Patrick di "Una baule de neige per San Valentino"


ùCiao a tutti raders,
in questo articolo troverete l'intervista che ho fatto sul mio gruppo (qui) a Samantha Lombardi e al suo protagonista maschile Patrick Duboiseiker. Di seguito trovate trama e info del libro "Una baule de neige per San Valentino" e dopo trovate l'intervista.

Una baule de neige per San Valentino

Autrice: Samantha Lombardi
Data di uscita: 14/02/2017
E-book: € 1,90
Cartaceo: € 7,23
Pagine: 136
Editore: Self - Publishing
Genere: Fantasy/ Romance

Patrick Duboiseiker, noto per la sua bellezza e l'alone di mistero che lo circonda, è uno dei più famosi Dreiker che abbia mai solcato i Sette Mari di Idirion.
Renèe Beumont è una giovane restauratrice, molto apprezzata nel suo ambiente, e specializzata nel recupero di oggetti esoterici ed oggetti medievali.
Le loro strade sono destinate ad incrociarsi magicamente, come i loro Mondi: distanti ma allo stesso tempo vicini.
Tra la passione che esplode sconvolgendo le loro vite e le incomprensioni che minacciano la loro storia appena nata, riusciranno a spezzare la maledizione che lega Patrick ad una delicata boule de neige? 

  L'AUTRICE Samantha Lombardi è un'archeologa laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente presso l'Università di Roma La Sapienza. Da sempre appassionata di libri e amante soprattutto dei generi fantasy, urban fantasy, young adult, erotic romance e gialli. Ha deciso finalmente di mettersi in gioco come scrittrice.

Come ti sei avvicinata al mondo della scrittura?
Mi ci sono avvicinata per caso... è stata una mia carissima amica a spingermi a scrivere. Un giorno mi ha detto "Perchè non scrivi una storia che mi faccia sognare?" Ed eccomi qua... mi sono messa in gioco... :)

Tre aggettivi per definire il tuo modo di scrivere?

Semplice, romantico, credibile...

Rivedremo Patrick nelle Fiamme gemelle?
Tornerà ma non "di persona"... tornerà sotto forma di ricordi...

Cosa fai quando non scrivi?
Ufficialmente lavoro, in realtà chiacchiero con le mie amiche autrici e con le mie beta..., oppure leggo...

Che cosa consiglieresti ad una ragazza che voglia intraprendere questa strada?
Le consiglierei di tentare... nonostante ci possa essere qualcuno che non condivida la sua strada... :)

Qual è il genere che ti piacerebbe scrivere?

Forse i gialli...

Cosa non troveremo mai nei tuoi romanzi?
Mah... non saprei... ne "L'albero" c'è davvero di tutto... 

La cosa più bella che un fan ti ha detto?
Lo ha scritto sulla sua recensione...
"Pensavo che l'unico pirata di cui potessi innamorami era Jack Sparrow e invece... lo ammetto, anche Patrick ha rapito il mio cuore.
E' uno di quegli uomini che guardi con gli occhi sognanti e il cuore che batte irregolare."
e ne sono orgogliosa perchè Jack è uno dei miei personaggi preferiti.... sapere che Patrick lo ha detronizzato... beh...

Quali elementi fanno di un romanzo un libro di successo secondo te?
Bella domanda... probabilmente la trama... deve essere coinvolgente...
Forse no... il modo di scrivere fa il successo. Riflettendoci, se hai una trama fichissima, ma una scrittura lenta, il libro non decollerà mai...

Cosa dice la tua famiglia della tua carriera di autrice?
Mi sopporta e mi supporta :)


Che colore assegneresti ai tuoi personaggi?
Indistintamente il rosso... passione

Preferisci cartaceo o e-book?
Adoro il cartaceo, niente è meglio di un'ottima sniffata ad un libro... però la carta occupa spazio e purtroppo non ho la biblioteca di Belle o quella di Jerico Barrons... quindi da qualche anno a questa parte acquisto ebook o leggo quelli acquistati dal mio maritozzetto :)

Tutti si concentrano sempre su Patrick , ma parlaci anche di Rennie. Pregi e difetti??
P: La mia Rennie è dolce, romantica, tenera... l'unico difetto è che a volte è poco coraggiosa... come quando non...



E' arrivato prima il prestavolto o il personaggio?
 E' arrivato prima il personaggio, poi un giorno mi sono trovata davanti questa foto e mi sono detta "Cacchio! Allora Patrick esiste davvero!"

Progetti futuri?
Progetti futuri... allora ... finire l'editing de "L'albero delle fiamme gemelle", scrivere le altre millemila trame che mi girano in testa e scrivere un romanzo a 4 mani con Gioia..

Quale genere non scriveresti mai?
Al momento non scriverei un mm/ff, ma non perché non mi piace il genere, ma perché non saprei come affrontare l'argomento. Non mi sento ancora "matura" abbastanza per affrontare queste tematiche e rischierei di fare i danni...

Qual'è il tuo rapporto con i social?
Mi dispiace ammetterlo ma sono social dipendente... sia per il mio lavoro (giornalista/redattrice) che per il mio hobby...
Purtroppo i social stanno diventando davvero fondamentali per il lavoro

Come ti vedi fra 10 anni?
Mi vedo come JessicaFletcher... anche i sassi sanno chi è! 
Scherzi a parte... mi vedo ancora appresso ai libri, con molta più esperienza e magari con una bimba da accudire...

Quant'è importante la copertina?
Tanto, credo che molti acquistino i libri più per la copertina che per la sinossi. O almeno ha il 40% del peso di tutto il romanzo.

Con quale autore/autrice ti piacerebbe scrivere un romanzo?
Sono tantissimi... di sicuro la Moning in primis (ha creato il mio amore Adam Black), poi la Gabaldon, la Adrian, la Cole, la Showalter, Dab Brown... la De Bonis, la Lohan, la Gale

Il posto più strano dove ti è venuta l'ispirazione ?
In bagno... e sul treno...

Il libro che tutti dovrebbero leggere ?
Il gabbiano Jonathan Livingstone di Bach

Bianco o nero?
Non c'è solo il bianco o il nero... nel mezzo c'è tutta la scala di grigi

Ambientazione italiana o americana ?

Dipende... è la trama che detta legge sull'ambientazione

Serie o autoconclusivo?
Entrambe, anche se prediligo le serie... se mi affeziono ad un personaggio mi dispiace abbandonarlo...

Il tuo attore preferito?
Sarò scontata ma al momento Sam Heughan e anche Ruben Cortada.... chissà come mai quest'ultimo...

Come è nata la cover del libro?
Dovremmo chiederlo ad Alexandra... èlei che ha realizzato questa e quella del primo volume de "L'albero delle fiamme gemelle"

Tre oggetti che porteresti sempre con te ?
il cellulare, il tablet con i miei libri e Bambi...

Che lavoro volevi fare fin da bambina?
La veterinaria e l'archeologa.... con uno ci sono riuscita

Self o Ce?
Self perchè hai più libertà...

Fantasy o Romance ?

Entrambi? "Una boule" come "L'albero" sono Fantasy, romance ed erotici...

Quale è il film che consiglieresti a tutti ?

Oddio... Lady Howk, LoR, La leggenda del pianista sull'oceano (quanto ho pianto con questo) e poi altri millemila

Quel'è parte di un libro preferisci : inizio, svolgimento, conclusione, epilogo?

tutte... anche se quando inizio a leggere un libro arrivata ad un certo punto leggo le pagine finali... (lo facevo di più con i cartacei)

Invece quale è la parte più difficile da scrivere ?

All'inizio quelle hot mi hanno creato difficoltà... avevo paura di scendere nel banale o nel volgare... in quel caso le mie beta e un paio di amiche scrittrici mi hanno aiutato rassicurandomi che le scene erano fantastiche...


Quale dei tuoi personaggi ti somiglia di più?
Allora... senza dubbio Désirée ha molto di me, a partire dal lavoro per finire ai soprannomi, per poi passare al carattere....

Cosa non deve mai mancare in un romanzo?

Secondo me la passione... e un'ottima trama

Cosa stai leggendo in questo momento?
Scoprimi di Emma Mars

Film preferito?
Troppi!!! Però se capita che lo trasmettono mi 8incanto davanti a: lady hawk, Lor, il codice da Vinci, il gladiatore

Se Patrick e Renèe fossero a parti invertite (cioè lei nella boule e lui nel presente), che ruoli avrebbero avuto? Renèe sarebbe stata comunque una Dreik e Partick un restauratore?
Perché no? Magari avremmo trovato in Patrick un restauratore con tanto di occhialetto nerd...

C'è una canzone che rappresenta la coppia e/o i singoli?
Diciamo che come ogni coppia che si rispetti anche le mie hanno una loro colonna sonora.... per Patrick e Renèe, insieme alla mia Omega, abbiamo pensato a "Somethin'Stupid" di Frank e Nancy Sinatra....

INTERVISTA A PATRICK


Raccontami una tua giornata tipo a Idrion...
Bene, come sapete sono un Dreik, per farvi capire sono una sorta di... pirata. La mia giornata tipo è solitamente questa: sveglia all'alba, rapida colazione, consultazione dei libri e delle mappe, ascolto cos'ha da dire il nostromo e chi ha fatto il turno di notte e poi... pianifichiamo le attività, se c'è da fare qualche abbordaggio o qualche saccheggio oppure consegnare delle merci preziose.... di solito quando sto sul ponte della mia Bride na Ferraige adoro stare al timone...

Descriviti ?

Caratterialmente sono leale e coraggioso, ma ciò non esclude che ho un'indole anche molto molto romantica... Sono alto oltre il 1.90, capelli neri, fisico proporzionato, muscoloso quanto basta... I miei occhi sono verdi e hanno un taglio allungato, Rennie dice che assomigliano a quelli della sua gatta Anthea...

Che cosa ami di più in una donna?
Il carattere... poi se è anche bella come la mia Rennie tanto meglio...

Cosa ami di più di Rennie?
Amo tutto di lei... però vederla al lavoro, china e concentrata su un pezzo che sta restaurando... con la fronte corrucciata... e la bocca imbronciata...

Ma quando sei arrivato da noi eri un pirata...poi che lavoro hai intrapreso?
Diciamo che gli amici di Rennie mi conoscono come un ex skipper e consulente nel restauro di galeoni antichi...

Una cosa che vorresti dire alla tua creatrice?
Grazie per avermi creato e dato Rennie... però la smetti di scrivere di quei tre damerini e ti concentri su qualche mia avventura su Idirion? Magari quando ho conosciuto la mia amica Thais e le sue ragazze... 😏

Dicci qualcosa della tua storia con Rennie?
Beh con Rennie è stato amore a prima vista, ho capito che era tutto quello che avevo sempre cercato nella mia vita... e non mi sarei mai aspettato che arrivasse così, all'improvviso...


Un tuo pregio e un tuo difetto ?
Pregio: Lealtà
Difetto: Impulsività



ESTRATTI

 Da "Una boule de neige per San Valentino"
"Renée gemeva sotto i colpi di Patrick ed era già pronta a esplodere quando lui ricominciò a baciarla sul collo mentre si spingeva sempre più in profondità. Renée si aggrappò alle sue spalle muscolose mentre veniva sommersa da un mare di sensazioni. Quando raggiunse il culmine del piacere la sua mente esplose in una miriade di scaglie colorate. Ogni pensiero coerente era svanito, sostituito da quelle sensazioni che erano esplose dentro di lei.
Patrick la sentiva mentre lo avvolgeva e lo accoglieva sempre più in profondità. La sentì contrarsi con spasmi lenti e profondi attorno al suo membro, in una sensazione di piacere che si ripercuoteva profondamente dentro di lui. Il piacere della sua compagna guidò quello di Patrick, che aumentò il ritmo fino a che non perse il controllo riempiendola con il suo seme. Poi crollò accanto a lei."
"Renée era ormai su un altro pianeta quando Patrick iniziò a risalire per l’ennesima volta lungo le sue cosce, ma questa volta era la sua lingua a darle piacere. Poi Patrick assaporò il centro della sua femminilità e lei iniziò a gemere e a dimenare i fianchi in uno stato di puro piacere. Patrick le regalava carezze lunghe e delicate, prima lente poi sempre più la veloci, per tornare alla fine alla velocità iniziale.
La ragazza si abbandonò al piacere, la lingua e le mani di Patrick che continuavano ad esplorarla erano magia pura. Ogni movimento di quell’uomo la eccitava, la torturava fino a che non chiuse gli occhi ed iniziò a respirare affannosamente.
Ad un certo punto Patrick la penetrò con la lingua gustando il suo sapore. Tutti i suoi gesti erano lenti e misurati, doveva portarla oltre il limite, voleva che il fuoco del desiderio che ardeva in lui consumasse anche la sua compagna. La compiaceva, leccandola avidamente e mordendola delicatamente; le titillò la clitoride, che era diventato un bocciolo duro, gonfio e pulsante."
“«Amore mio voglio vederti bruciare di desiderio. Per me. Solo per me…» le disse Patrick in un orecchio.
«Ma io sto già impazzendo di desiderio…» sussurrò Renée con un filo di voce.
«Ma io voglio di più! Voglio assaggiarti e divorarti…» replicò mentre ricominciava a baciarla. 
Renée non era più in grado di soffocare i gemiti di piacere che le sfuggivano dalle labbra, ogni volta che Patrick la sfiorava, con le mani o con la bocca. Quell’uomo era inarrestabile e quando le aveva detto che voleva assaggiarla e divorarla, aveva detto sul serio. La stava ricoprendo di baci e morsi delicati in ogni singolo centimetro del suo corpo, le mani si spostavano rapide laddove c’erano state le sue labbra pochi attimi prima."
"«Patrick…» sospirò Renée quando non ce la fece più 

Lui alzò la testa e rimase ad osservarla per alcuni istanti: il viso era arrossato, le labbra erano socchiuse e gonfie per i baci che si erano scambiati fino a poco prima e quegli occhi erano diventate due pozze d’argento, liquidi di desiderio.

Patrick si eccitò ancora di più nel vederla così e riprese a baciarla ardentemente mentre lei si avvinghiava a lui. Renée si sentiva bruciare ad ogni bacio che il giovane le posava sulla pelle. E ad ogni carezza il suo sangue diveniva sempre di più fuoco liquido."

"Le loro labbra si unirono in quello che era un bacio avido, selvaggio che le infiammava le vene; era un bacio richiesto dalle loro anime che si stavano fondendo sempre di più, lasciandola senza fiato. Le loro lingue iniziarono una lunga ed estenuante danza erotica, lui la stava letteralmente divorando. Era un bacio ardente con cui lui stava reclamando la sua anima.

Lei voleva essere sua, voleva essere reclamata da quell’uomo venuto da un altro mondo e non poteva mentirgli. Non più dopo che le aveva deposto il cuore ai suoi piedi."

Da "L'albero delle fiamme gemelle"


“Ohi ohi… qui le cose si mettono male… molto male… Hildebrand non poteva scegliere un’altra ragazza??” pensò Elyan tra se e se “devo fare qualcosa…. Ma cosa? Servirebbe un diversivo…” Elyan si guardò intorno e trovò il suo diversivo.

Osservò il carretto del fruttivendolo e si avvicinò furtivamente al cavallo che vi era aggiogato. Con un solo tocco riuscì a far imbizzarrire l’animale che nitrì infastidito. Elyan fece appena in tempo a spostarsi che il cavallo iniziò a impennarsi e a sgroppare; in un attimo il panico si diffuse nel mercato.

Il cavallo iniziò a correre all’impazzata tra i banchi, facendo volare ovunque le mercanzie che erano esposte; gli animali che erano nei recinti pronti per essere venduti, si innervosirono a loro volta e la folla iniziò a correre in ogni direzione nella speranza di non essere travolta dal cavallo in fuga. In molti cercarono di acciuffare quell'animale ma riuscirono solo ad innervosirlo ancora di più. Il cavallo uscì dalla piazza e iniziò la sua folle corsa tra i vicoli.

Il fornaio venne inghiottito da quella bolgia di grida e rumori causata dagli avventori impauriti del mercato.

Il diversivo di Elyan aveva funzionato, ma anche raggiunto livelli non immaginati… 
“Forse ho leggermente esagerato…” pensò il giovane, mentre si dileguava in uno stretto vicolo.
Tristan era uscito dalla bottega del conciatore e si era appena affacciato sulla piazza, non credeva ai suoi occhi: Elyan aveva appena fatto imbizzarrire un cavallo, per di più aggiogato ad un carretto carico di frutta e verdura e adesso quell’animale impazzito stava portando il caos nella piazza del mercato.


BOOKTRAILER











Posta un commento