Top Social

[Recensione] Solo a un passo da te di Flora A.Gallert

venerdì 19 gennaio 2018
Buongiorno a tutti, 
oggi vi parlo di Solo a un passo da te il contemporary romance di Flora A. Gallert.

SOLO A UN PASSO DA TE
Flora A. Gallert
● ● 
Data di uscita: 10/06/2016
E-book: € 0,99
Cartaceo: € 8,99
Pagine: 79
Editore: Self - Publishing
Genere: Young Adult

Max è un duro. È il ragazzo più desiderato, popolare e bello della scuola ed è il miglior giocatore della squadra di football.
Odia Annie, quell'antipatica e secchiona ragazza capace di farlo sentire in colpa con un solo sguardo di disgusto e disapprovazione, sempre coinvolta in stupide attività extra scolastiche.
Insomma, tra i due è odio a prima (s)vista ed entrambi preferiscono evitarsi. Fino a quando, in seguito a un atto di puro vandalismo, Max non si ritrova a dover scontare la sua punizione in una delle tante attività di Annie. E ben presto scoprirà che quella ragazza di stupido ha poco o niente.
Noterà il suo coraggio, la sua simpatia, la sua bellezza - spesso nascosta da maglioni troppo larghi - e si troverà costretto a cambiare opinione.
Un progetto di clownterapia e un bambino senza capelli e dal volto pallido insegneranno loro cosa significa vivere.
Una storia d'amore che per Annie è un continuo alternarsi di emozioni contrastanti: Max si fa amare e un attimo dopo odiare, prima le insegna a fare l'amore e poi le dice di vederla solo come un'amica. Ed Annie è confusa, forse distrutta.
Ma lei non sa che Max custodisce un terribile segreto. Un segreto troppo grande, che non può essere condiviso.
                                                                         
                                     
Max è il classico studente americano bello, duro, popolare e quaterback di football... Annie invece è il suo opposto per eccellenza, carina di bella presenza, impopolare, un po' secchiona e definita sfigata dalla cerchia di amici di Max. Vediamo incrociare le loro strade,come nei più classici dei film americani,una bravata seguita da una punizione che Max dovrà scontare,facendo parte ad uno dei progetti di Annie, ma non uno qualsiasi, il progetto che le sta più a cuore... quello di clown-terapia per dei bambini ricoverati in oncologia al vicino ospedale. La storia, molto breve si svolge tra le lezioni e le visite in ospedale, il pov è alternato, descrive in maniera semplice i personaggi,ma non del tutto. Forse è stata una scelta dettata dalla lunghezza del libro,o anche per via della tematica del dolore e della malattia,che viene trattata,con molta delicatezza sì,ma con un tono un po' neutro diciamo...(anche perché credo era giusto così). E' un racconto scorrevole,da leggere giusto un paio d'ore, scritto in maniera semplicissima, in quanto parlano in prima persona dei liceali, e narra le classiche vicissitudini scolastiche arricchite però da un colpo di scena... e da una piccola dose di momenti hot...  Una storia dal retrogusto agrodolce, col giusto finale anche se molto "aperto".


“ 
Il mio cuore accellera il suo battito.Vorrei rallentarlo, dirgli che lui non fa per noi,che potrebbe farsi male. Eppure se ne frega di tutto questo e continua a battere all'impazzata, incurante.      E' stato da quando ci siamo baciati che ho iniziato a riflettere su quanto possa essere bella la vita...mi accorgo che prima di conoscerti sopravvivevo soltanto
                                              ” 
VOTO

Carino ma in certi punti piatto. 3 cuori solo per i piccoli 
dell'ospedale e per la lettera che scrive Max  



Posta un commento