Top Social

[Blog Tour] The Slayer di Daniela Bellisano

venerdì 8 giugno 2018

Ciao a tutti carissimi lettori, 
oggi il blog partecipa al blog tour di The Slayer libro spin off della serie Witches' Destiny di Daniela Bellisano che uscirà il 10 Giugno. La mia tappa consiste nel presentarvi il mondo degli sterminatori e tutti i simboli del mondo magico.


The Slayer
di Daniela Bellisano

Data di uscita: 10/06/2018
E-book: € 1,99
Cartaceo: € 13,00
Pagine: 418
Editore: Self-Publishing
Genere: Fantasy, Urban fantasy, Paranormal
Libro spin off della serie Witches’ Destiny. Il libro si può leggere anche senza aver letto Witches’Destiny e Witches’Origins.
In una cittadina del Minnesota, perennemente coperta da scure nubi, abita una ragazza solare a cui non è permesso uscire di casa senza la sua migliore amica a farle da scorta. Dana, un giorno, stanca di sentirsi in gabbia, scappa di casa iniziando così il suo viaggio on the road per gli Stati Uniti. Assisterà a eventi che non riuscirà a spiegarsi, come l’omicidio dei due autisti del pullman su una strada desolata nei pressi di Savannah. È proprio in quest’ultima città che Dana deciderà di fermarsi per indagare, a modo suo, sugli omicidi e le scomparse che sembrano essere all’ordine del giorno in quest’antica città.
Tra strani incontri, portali magici, scomparse e omicidi, Dana incontrerà due ragazzi che le cambieranno la vita per sempre portandola a conoscenza di un mondo di cui scoprirà fare parte da sempre. Amori, gelosie, incomprensioni, segreti e nuove dimensioni: Dana dovrà affrontare una realtà che non si sarebbe mai immaginata e cadere a pezzi sarà inevitabile. Riuscirà a rimettersi in piedi e affrontare i suoi nemici chiudendo i portali demoniaci per sempre?



IL MONDO DEGLI STERMINATORI: Leggende e simboli del mondo magico

«…Secoli fa il mondo magico era diviso in demoni, sterminatori, streghe e stregoni e popolo fatato. I demoni si dividevano a secondo della forza ed erano – o, meglio, sono – governati da una sorta di monarchia. Gli sterminatori invece sono degli esseri umani con poteri magici nati per dominare i demoni. Poi ci sono le streghe che si dividono in vari clan, create da madre natura insieme al popolo fatato»
(tratto da Witches’Destiny di Daniela Bellisano)


STREGHE


Simbolo: Croce di Caithlin.
Questa croce a lati uguali è anche conosciuta con il nome di croce scozzese. Quattro trifogli creano un cerchio che protegge dal male dalle quattro direzioni cardinali, ciascun quadrante evocando il potere della trinità.
Il cerchio simboleggia continuità e crescita spirituale.

Esseri di forma umana in stretto contatto con la natura. Nati con poteri diversi, ma che si possono trasmettere nelle generazioni di una stessa famiglia. Secoli prima esistevano diversi clan di streghe sparsi per tutto il pianeta ma pian piano i demoni sono riusciti a sterminarne più della metà.
Il clan più grande, il clan della luce, si trovava in Irlanda insieme a clan minori. Ad oggi esistono solo pochi clan in tutto il mondo solo tre più numerosi e potenti: Il clan della luce (le protagoniste si vedono in Witches’Destiny) e altri due clan uno in Africa e uno in Tibet.


CUSTODI


Simbolo: I due cigni
Dipinto nel Book of Kells, I due cigni sono animali che si accoppiano per la vita. Mostrano l’unità tra due persone come un cerchio, un vincolo infinito che trascende tutto. Due che diventano una sola mente, un solo pensiero.

Creati da Lilith, regina delle streghe, secoli e secoli fa il mondo era dominato dalle forze magiche e da quelle oscure, l’umanità era soltanto un puntino in mezzo al mare. La magia dominava su tutto e le varie razze erano in continua lotta. Un giorno, quando i popoli magici convivevano nello stesso luogo facendosi guerre e sterminandosi a vicenda, una giovane strega, figlia della prima strega, Lilith, incontrò un demone, un giovane ragazzo dal bell’aspetto. I due si frequentarono di nascosto finché i genitori di entrambe le fazioni non lo vennero a scoprire. La ragazza, però, pian piano, aveva capito che il demone non era il compagno adatto a lei, data la sua violenza. Così lo lasciò provocandone la furia. Il padre della strega, per evitare un’ulteriore guerra, decise di promettere in sposa sua figlia, accordandosi con il re della casata dei demoni, padre proprio del demone che sua figlia aveva rifiutato. La giovane strega pianse in riva a un lago vicino casa e lì incontrò un giovane umano che, incantato dalla sua bellezza, le chiese il motivo di quel pianto. La giovane sentì che si poteva fidare di quello sconosciuto e gli raccontò tutto per poi tornare a casa e dargli appuntamento per il giorno dopo. Quella notte però il demone andò a casa della strega e la picchiò, avendo sentito su di lei l’odore di un umano, razza nemica. La giovane strega era in fin di vita quando, d’improvviso, l’umano comparve davanti a lei sfidando il demone. La strega assistette a quel combattimento, nel quale il demone era nettamente superiore. Infatti ridusse, in pochi colpi, in fin di vita il ragazzo e poi se ne andò. Lilith, strega superiore, madre della ragazza, trovò la figlia in lacrime sul corpo dell’umano e si fece raccontare tutto dalla figlia. Dopo aver ascoltato la storia, commossa dal gesto del ragazzo, fece un incantesimo, lo guarì e lo rese più forte, regalandogli dei poteri che gli permettessero di proteggere sua figlia da qualunque avversità. Lo trasformò nel suo custode, il primo custode, donandogli il marchio dei cigni. L’incantesimo che fece Lilith creò la dinastia dei custodi. Da quel giorno, ogni strega avrebbe avuto un suo custode, un umano puro di cuore, legato alla strega dal momento della sua nascita, in grado di proteggerla per sempre, così che nessuna potesse subire le angherie subite dalla figlia.


STERMINATORI

Simbolo: La chiave di Muiredach
Preso dalla croce di Muiredach a Monaster Co. Louth. Questo disegno è formato da due “T” che si riflettono una nell’altra. Utilizzato come guardia per proteggersi dal male, si è scoperto essere di aiuto per bilanciare lo spirito con il cuore.
Nati fin dalla notte dei tempi per contrastare il potere dei demoni.
Principali avversari dei demoni, sono gli unici che conoscono ogni mezzo per ucciderli e fabbricare con i loro resti armi e oggetti per contrastarli. Dopo la guerra del fuoco fatuo si sono quasi estinti, e ogni anno nasceva solo uno sterminatore mai sufficiente per combattere i demoni che erano sempre di maggior numero. Con gli anni però i demoni raggiunsero un numero tale da far crescere le nascite di nuovi sterminatori sparpagliati per tutto il mondo. Con le nuove morti e scomparse di innocenti tutte a Savannah, i nuovi sterminatori decisero di fondare lì la loro sede e combattere dall’interno i loro più acerrimi nemici: i demoni.
Gli sterminatori nascono con un simbolo che li identifica e protegge: La chiave di Muiredach. Ogni gruppo di sterminatori ha un capo, ed esso a poteri magici in grado di scovare e sconfiggere i demoni, anche quelli di più alto rango.


DEMONI

I demoni non hanno nessun simbolo conosciuto che li identifichi. Dopo la guerra del fuoco fatuo si sono allontanati dalla superficie rintanandosi nel sottosuolo per procreare e diventare più forti.
Il loro principale scopo è governare sulla superficie, uccidendo ogni sterminatore, e riducendo in schiavitù il popolo fatato e le streghe a cui vogliono estrapolare ogni potere per diventare più forti.
Gli sterminatori sono i loro nemici giurati.
I demoni si dividono a seconda del rango, i più potenti, coloro che comandano su tutto e vivono nel palazzo creato nel sottosuolo, sono i sovrani.


Gerarchia dei demoni

SOVRANI
(possono assumere qualsiasi forma, ma preferiscono quella umana. Molto potenti)
MUTAFORMA
(demoni potenti con grande forza fisica. Possono prendere le sembianze di qualsiasi umano)
TRE MEZZO
(umani trasformati dopo il morso di un demone animale, mutaforma o sovrano)
ANIMALI
(demoni di forma animale, solitamente molto grossi e aggressivi)
OMBRA
(demoni della stessa consistenza del fumo nero. Sono delle ombre che possono assorbire nel loro manto nero il nemico e soffocarlo)
ESSENZE DEMONIACHE
(agiscono attraverso la mente, i sogni, dei nemici, confondendoli e facendogli fare ciò che desiderano)


Posta un commento