martedì 31 gennaio 2017

[Blog Tour] Recensione. Sweet Revenge di Gioia De Bonis



Ciao a tutti carissimi lettori, 
oggi sul blog ospiterò l'ultima tappa del Blog Tour del romanzo "Sweet Revenge" di Gioia De Bonis. L'ultima tappa sarà un recensione, infatti vi parlerò un pochino di questo romanzo che a me è piaciuto moltissimo. 


Titolo: Sweet Revenge
Autore: Gioia De Bonis
Data di uscita: 24/gennaio/2016
E-book: € 1,99
Cartaceo: ....
Pagine: 339
Serie: #1 Sweet Men saga
Editore: Self - Pubblishing
Genere: Young Adult


TRAMA
Sinossi: Quando Jennifer West incontra di nuovo Cameron Morgan... è come se il suo peggiore incubo diventasse realtà. Lui è il ragazzo che le ha rovinato l'adolescenza e Jenny non vuole assolutamente che la storia si ripeta anche nel suo futuro. Decide così di non rivederlo più ...ma Rachel, la sua amica d'infanzia, la convince ad attuare un piano contro di lui ... perchè si sa, la vendetta è un piatto che va gustato freddo. Ma riuscirà Jenny a fregarlo, senza rimanere invischiata in una storia d'amore che potrebbe cambiarle la vita per sempre?!


AUTRICE
Gioia De Bonis è nata il 24 gennaio 1990 a Tivoli in provincia di Roma e vive a Marcellina.
Ama leggere, scrivere e guardare serie tv. Ha sempre scritto per sé stessa senza il coraggio di pubblicare. Sweet Revenge è il romanzo che la fa approdare nel mondo delle autrici self.
Ha sempre adorato scrivere ma aveva abbandonato la sua passione a causa di problemi famigliari e per gli impegni universitari. Quest'anno ha scritto una one shot "Giada e Daniel: una convention da sogno" che ha aperto la strada per il suo primo romanzo.
È laureata in lettere moderne e sta per laurearsi per la seconda volta in Italianistica presso l'Università di RomaTre. 


ESTRATTO dal Prologo:

 Fu in quel momento che la sua vita cambiò: Cameron Morgan, facendosi spazio fra la gente, risalì le scalette, le si accostò e prese il microfono dalle sue mani, sfiorandole. Jennifer sospirò. 
"Ragazzi...siamo venuti qui per ascoltare tutti...e questo comportamento irrispettoso non è affatto giusti nei confronti di Jessica" disse lui ammiccando verso di lei.
"Jennifer" lo rimbeccò lei in un impeto di coraggio. Non gli aveva mai rivolto la parola in tre anni.
"Cosa?!" si girò a guardarla.
"Mi chiamo Jennifer, non Jessica..."
"Ops scusami! Comunque ora, Jennifer" calcò la voce a sottolineare il suo nome "Hai la loro attenzione" e poi, come se fosse una cosa normale, le passò una mano sulla schiena lasciata nuda dalla t-shirt e la guardò intensamente. Perché ho messo questa maglia? Oddio, ma che occhi ha? Non siamo mai stati così vicini! pensò Jennifer perdendosi quasi in quegli occhi così azzurri, nel suo profumo così buono e nella vista di quelle braccia così muscolose. "E Jennifer" aggiunse lui, scostandosi di poco dal leggio "Fatti valere".
La platea aspettava, lei aprì la bocca, ma l'unica cosa che uscì dalle sua labbra fu "Ti amo".
Appena pronunciò quelle parole, si tappò la bocca sperando nessuno l'avesse sentita, purtroppo per lei però tutti avevano ascoltato quella sua confessione. L'intera palestra si riempì di risate convulse. Cameron, appena al di sotto del palco provvisorio, si girò verso di lei e la guardò esterrefatto.
Jennifer, in preda al panico e alla vergogna, scappò fuori dalla sala inseguita da Rachel.
Si aprì da quel giorno per lei un estenuante calvario, le prese in giro erano all'ordine del giorno: il trio del male (come le aveva ribattezzate Rachel) formato dalle tre ragazze più popolari della scuola la deridevano tutto il giorno tutti i giorni e non c'era un momento in cui la lasciassero in pace.
Cameron, che lei credeva gentile, si rivelò essere un mostro: le fece recapitare un bigliettino in cui le diceva di volerle parlare in un luogo diverso dalla scuola. Ma all'appuntamento, in quel ristorante, non trovò lui ma un folto numero di studenti della scuola che le avevano teso una trappola.
La vita a scuola divenne, dopo quello scherzo, più che impossibile.
Raggiunto il limite della sopportazione, decise di chiedere a sua madre e a suo padre di trasferirla per concludere l'anno in un'altra scuola e così era successo. Rachel, senza che lei glielo chiedesse, l'aveva seguita nel nuovo istituto.
Nessuna delle due mise più piede nella Marcel High. 



 Recensione:
Iniziamo conoscendo i protagonisti.
Cameron Morgan il ragazzo più bello e popolare della scuola. E Jennifer la ragazza timida che si era presa una cotta per lui.
Ma u evento cambia per sempre la vita di Jennifer, quando durante l'assemblea della scuola Cameron per la prima volta gli rivolge la parola. Ma Jenny davanti a tutti sussurra un "Ti amo" e tutta la scuola lo sente e da quel giorno tutti incominciarono a ridere di lei. Cosa poteva fare se non fuggire via da quel posto e dal ragazzo che le ha rovinato la vita?
Ma dopo anni Jen rivede Cam e vorrebbe solo ammazzarlo e inoltre lui non la riconosce. E l'amica di Jen, Rachel gli suggerisce di prendersi la sua vendetta. 
Cameron dopo anni è diventato ancora più bello, con quei capelli mori , occhi blu e la bocca carnosa. Era strabiliante. 
Cam quando vede Jennifer per la prima volta ne è folgorato e da quando l'ha vista non fa che pensare a lei ai suoi occhi, al suo corpo, ai suoi modi e al suo schiaffo (come fare a dimenticarlo). 
Il loro primo appuntamento bé che dire è stato fantastico, giuro stavo morendo dalle risate. 
Voi non potete immaginare loro due a un tavolo mentre si stuzzicano con battutine di ogni tipo. Giuro ci stavo lasciando l'anima. 
Certo sappiamo che Cameron non è una persona da relazione fissa ma da quando ha incontrato Jennifer qualcosa è cambiato. La cercava in ogni momento, le sue attenzioni, il non poter fare a meno di lei all'inizio questa cosa lo spaventavamo e anche molto ma poi si è reso conto che non c'era niente di male. 
Può una cotta liceale diventare amore?
Beh che che dire, la risposta è SI. Almeno è ciò che è successo a Cam e Jenny. Leggete questo libro e ve ne accorgerete e poi Cam è dolcissimo. 
Un libro davvero emozionante pieno di emozioni amore, felicità, passione e anche paura. Gioia tu non lo sai ma ho pianto era da tempo che non piangevo per un libro e tu ci sei riuscita. 
Se non lo inventavi tu un Cam bisognava inventarlo in qualche modo.
Grazie per le bellissime sensazioni che mi hai fatto provare. Un libro che davvero vale la pena di essere letto.
Un ultima cosa io amo Hannah e Christian sono fantastici non vedo l'ora di sapere cosa succede tra loro. Volete sapere chi sono? Beh semplice leggete questo libro.
Per quanto riguarda me non vedo l'ora di leggere il prossimo e spero che presto uscirà il cartaceo. 




Fatemi sapere voi cosa ne pensate. 
Io intanto qui sotto vi lascio tutte le tappe del Blog Tour che ci sono state così se ve le siete persa qualcuna potete andare a vedere. 


Io vi lascio, Buona lettura a presto.

Posta un commento