Top Social

[Recensione] Left. Il bacio che aspettavo (Liar Liar series #1.5) di Tania Paxia

martedì 11 settembre 2018

Ciao a tutti readers!!
Oggi vi parlerò di Left. Il bacio che aspettavo la novella 1.5 della serie contemporary romance "Liar Liar" di Tania Paxia uscito il 10 Agosto grazie alla Newton Compton.


Left. Il bacio che aspettavo
di Tania Paxia

Uscita: 10/08/2018
E-book: € 0,49
Pagine: 96
Serie: #1.5 Liar Liar
Editore: Newton Compton
Genere: Contemporary romance
Link d'acquisto: https://amzn.to/2mYCq8P
Dopo la sconvolgente rivelazione su suo padre, Frankie scappa via alla fine del concerto del gruppo di Jayden. Lui non riesce a fermarla, né a rintracciarla. Frankie è come sparita nel nulla. Con il passare dei giorni la sua assenza per Jayden diventa quasi un'ossessione che lo insegue anche di notte, nei sogni.
Immergersi nel lavoro sembra l'unica soluzione per non pensare a lei, ma Frankie continua a essere al centro dei suoi pensieri e in una sola notte Jayden riesce a scrivere il testo e a comporre la melodia di una canzone, un notturno blues, dedicato a Frankie. Per sentirla vicina continua a lasciarle messaggi in segreteria, fino a quando, un giorno, è costretto ad allontanarsi da New York per raggiungere Hartford, la sua città natale...
Recensione

Quando, qualche settimana fa mi sono approcciata alla lettura di LOST, sono stata completamente rapita dai personaggi, dallo stile dell'autrice e dalla storia meravigliosa che aveva confezionato. L'ho divorata, come solo i libri che mi catturano il cuore sanno fare.
Ora mi sono trovata davanti a questa novella, perché, anche se speravo di scoprire il prima possibile come sarebbero andate a finire le cose tra Frankie e Jayden, mi tocca aspettare come tutti voi.
E sapete una cosa? Non mi pesa doverlo fare. Sì perché questo secondo capitolo della storia, seppur breve e concentrato solo su Jay è di una dolcezza e profondità disarmante.
Ma facciamo prima il punto della situazione.
Alla fine di Lost abbiamo lasciato Frankie furiosa, distrutta, in fuga.
Aveva finalmente conosciuto quel fantomatico padre che l'aveva abbandonata da piccola e ne era rimasta sconvolta. Tale uomo misterioso era infatti Al, collaboratore di Jayden che, oltretutto, conosceva la verità fin dall'inizio e gliel'aveva tenuta nascosta per proteggerla. Colpo numero uno.
Al, trovatosi faccia a faccia con la madre di Frankie, le aveva rivelato una verità scomoda quanto sconvolgente: non le aveva lasciate di sua iniziativa ma perché costretto dalle minacce del suo adorato nonno che lo considerava un fallito. Colpo numero due.
Quel tatuaggio che sia sua madre che suo padre portavano, "Liar Liar" era il simbolo di un patto stretto prima di dirsi addio, un patto grazie al quale, Frankie aveva vissuto una vita fatta di bugie. Colpo numero tre.
All'improvviso il mondo che Frankie conosceva si era sbriciolato in mille pezzi così, stravolta e amareggiata, abbandona tutto e tutti, fa le valige e scappa lontano per pensare, per digerire questa verità incredibile, per ritrovare... Se stessa? Una soluzione che la faccia stare meglio?
Tania in questo libro si concentra solo su Jayden e su quell'uragano di sentimenti nuovi che Frankie gli ha fatto scoprire.

Un amore così, scoccato da un bacio che non ci sarebbe mai dovuto essere, non era affatto nei miei programmi. Eppure con lei ero riuscito a lasciarmi andare come non avevo fatto mai.

Jayden è sconvolto, disarmato, solo.
Cerca di raggiungerla, corre con i genitori di Frankie al suo appartamento ma lei è già sparita e ha staccato il telefono. È irraggiungibile, un fantasma, un ricordo.
Jay si ritrova smarrito, col cuore in subbuglio e con un vuoto dentro che mai avrebbe pensato di provare. Senza sentirla, senza poterla vedere o toccare, è come un guscio vuoto che non ha voglia di fare nulla, anche se ha un disco da promuovere e un tour da preparare. Solo la musica gli dà conforto, come è sempre stato nella sua vita. Ma la musica gli ricorda Frankie e tutti i bei momenti che hanno condiviso insieme.

L'amore purtroppo o per fortuna, è qualcosa che non si può controllare, qualcosa che quando ti entra nelle vene e ti arriva al cuore è la fine: invade ogni parte di te e non c'è rimedio che tenga per scacciarlo via.

Ma il Jayden che abbiamo imparato a conoscere e ad apprezzare è più maturo rispetto all'inizio della storia. Dopo qualche giorno di completo smarrimento ritrova la sua strada e il modo giusto per percorrerla. Ascolta i suoi sogni, il suo cuore e, nonostante continui a telefonare a Frankie parlando da solo con la segreteria, sa cosa vuole da se stesso e dalla sua vita. Raccoglie i pezzi di sé e con coraggio e amore, affronta giorno dopo giorno tutte le avversità che gli si presentano ridando valore all'amicizia e agli affetti più cari.

Era riuscita a tirare fuori la mia parte migliore. Per me Frankie rappresentava un posto sicuro, dove poter essere me stesso o sentirmi a mio agio.

Un passo dopo l'altro, il nostro Jay riscopre valori, amicizie e affetti che aveva trascurato. Troppo concentrato su se stesso e sulla carriera da mandare avanti, ora si ritroverà a rivalutare il suo comportamento e a ristabilire vecchi equilibri. Sa che Frankie l'ha reso un uomo migliore, e lui ha deciso che avrà pazienza e che continuerà a dimostrare di avere coraggio.

Sapevo che era tutta una questione di tempo e poi ogni cosa avrebbe trovato la giusta collocazione. Mi capitava sempre, prima o poi i pezzi del puzzle andavano al loro posto.

Potrei raccontarvi un sacco di momenti dolcissimi vissuti da Jayden o altri in cui mi ha resa orgogliosa di lui. Momenti in cui parlava col cuore in mano, momenti nei quali sognava e tutto attorno a lui sapeva di disperazione, ma ho detto fin troppo.
Questo racconto è breve, si legge d'un fiato perché Tania sa toccare le corde giuste.
Lasciatevi incantare di nuovo, e insieme a me, attendiamo il capitolo successivo, sperando di sorridere un po' di più nel vedere il puzzle ricomposto.


VALUTAZIONE:

Posta un commento